Traduzione di una serie di articoli in cui il direttore, Dr. Scott Hempling,  dell’istituto di ricerca delle agenzie americane propone i temi fondamentali che caratterizzano l’attività dei regolatori, nella nazione in cui quest’attività è nata, nella seconda metà del XIX secolo

Nel 1874 lo stato del Wisconsin, per la prima volta negli Stati Uniti, istituisce una commissione composta da tre persone, nominate dall’autorità pubblica, per regolare l’attività delle compagnie ferroviarie. Nel 1907, alla commissione viene affidato il compito di regolare le società che distribuiscono il gas, le compagnie elettriche e le imprese di distribuzione dell’acqua. Nello stesso anno, il 1907, lo stato di New York istituisce due commissioni con la competenza di regolare le ferrovie, le compagnie elettriche e del gas. Sono passati più di centotrenta anni dalla costituzione delle prime agenzie pubbliche preposte al controllo delle imprese private che operano in settori caratterizzati dall’assenza della concorrenza, come quelli dei servizi pubblici locali. E ancora oggi le Public Utilities Commissions (PUC) degli Stati Uniti rappresentano la fonte più autorevole in materia di regolazione.

Per questo l’ANEA ha deciso di proporre la traduzione in italiano delle “Note mensili sulla qualità della regolazione” del direttore del National Regulatory Research Institute (NRRI), in modo da valorizzare l’esperienza delle PUC a beneficio dei regolatori del servizio idrico in Italia.


Il regolatore efficace (I): la consapevolezza

Il regolatore efficace (II): la preparazione

Il regolatore efficace (III): la determinazione

Il regolatore efficace (IV): l’indipendenza

Legislatori e regolatori: come lavorare insieme al meglio?

Le agenzie di regolazione non sono tribunali; i regolatori non sono giudici

La politica (I): come rispondono i regolatori?

La politica (II): come diminuire le distorsioni dell’interesse privato

La missione della regolazione: “bilanciamo” gli interessi privati oppure li allineiamo all’interesse pubblico?