L’istituzione delle Commissioni Tecniche Consultive è disciplinato dall’art. 20 dello Statuto nonché da apposito regolamento. Esse sono composte dai membri apicali degli enti di governo d’ambito e hanno una durata triennale; nascono dalla volontà degli associati di voler demandare lo studio di specifiche problematiche del servizio idrico ad un gruppo ristretto di esperti allo scopo di svolgere un effettivo collegamento tra le attività dell’associazione e quelle degli associati, garantendo la massima utilizzazione delle esperienze e delle competenze maturate presso i singoli Uffici di Direzione degli Enti.Ogni Commissione nomina, tra i suoi componenti, un Presidente, che assume il ruolo di coordinamento dell’attività e la funzione di referente agli Organi associativi.Le aree specifiche, individuate dall’Assemblea, e le relative Commissioni Tecniche Consultive, in scadenza il 31 12 2014, sono:

  • Struttura e funzionamento delle AATO, monitoraggio sulla normativa di settore e attività di comunicazione
  • Attività di ricognizione e pianificazione e di confronto e valutazione delle prestazioni dei gestori
  • Convenzione e affidamento del servizio
  • Attività di controllo sul gestore e di tutela del consumatore