Convegno CReIAMOPA “La metodologia nazionale per l’analisi economica: uno strumento per l’attuazione della Direttiva Quadro Acque” – Roma, 25 ottobre 2018

Giovedì 25 Ottobre 2018, dalle ore 9.30 alle ore 13.30, presso l’Auditorium del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in Via Capitan Bavastro 176, Roma, avrà luogo il Convegno di CReIAMOPA su “La metodologia nazionale per l’analisi economica: uno strumento per l’attuazione della Direttiva Quadro Acque”.

L’ANEA parteciperà con un intervento sul tema de “La sostenibilità sociale della tariffa nell’esperienza italiana”.

Leggi il programma

SAVE THE DATE – Formazione specialistica in materia di servizio idrico integrato – Firenze, 29 Ottobre 2018

Ti Forma e ANEA organizzano il corso di formazione specialistica

La Qualità tecnica e la Programmazione degli Investimenti

Analisi generale e valutazioni operative

a seguito degli schemi regolatori sinora approvati dall’ARERA

 

Il corso si terrà Lunedì 29 ottobre 2018 a Firenze presso l’AC Hotel di Via L. Bausi 5 dalle ore 10.00 alle ore 16.30.

Per il corso è stato richiesto l’accreditamento al Consiglio Nazionale degli Ingegneri.

Al seguente link la brochure con il programma dettagliato e le modalità di adesione.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa di Ti Forma al numero 055/210755 (Tasto 2) oppure tramite mail all’indirizzo ggelli@tiforma.it

Le tecnologie trenchless come soluzione per il rinnovamento delle infrastrutture idriche nazionali – Bologna, 19 ottobre 2018

Venerdì 19 Ottobre 2018, l’ANEA parteciperà al Convegno che la IATT sta organizzando all’interno della manifestazione AccadueO a Bologna presso la Sala Manutenzione e gestione reti – Pad. 18 dalle ore 9.00 alle ore 12.20.

In particolare, interverrà alla Tavola Rotonda dal titolo “Il contributo delle tecnoclogie trenchless nella realizzazione del Piano Nazionale degli interventi nel settore idrico”. Un’occasione di approfondimento, attraverso esempi concreti, dell’impiego delle tecnologie trenchless nel settore idrico.

L’ingresso gratuito. Data la particolarità dell’Evento i posti sono limitati si prega di dare conferma entro il 15 ottobre 2018 inviando il  modulo di adesione alla segreteria organizzativa per email iatt@iatt.info

Leggi il programma

Modulo di iscrizione

Convegno “La regolazione del servizio idrico integrato in Sicilia” – Atti

Al seguente link è possibile consultare gli atti presentati nel corso del Convegno “La regolazione del servizio idrico integrato in Sicilia” organizzato il 2 ottobre 2018 presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale dall’Assessorato dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità della Regione Siciliana con la collaborazione di ANEA e Siciliacque S.p.a..

SAVE THE DATE – Formazione specialistica in materia di servizio idrico integrato

Ti Forma e ANEA organizzano il corso di formazione specialistica

 

La Qualità tecnica e la Programmazione degli Investimenti

Analisi generale e valutazioni operative

a seguito degli schemi regolatori sinora approvati dall’ARERA

Firenze, 29 ottobre 2018

Nei prossimi giorni sarà disponibile la brochure con il programma dettagliato e le modalità di adesione.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa di Ti Forma al numero 055/210755 (Tasto 2)

oppure tramite mail all’indirizzo ggelli@tiforma.it

La regolazione del Servizio Idrico Integrato in Sicilia – Monreale, 2 ottobre 2018

Martedì 2 ottobre 2018, dalle ore 9.00 alle 17.00, presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale (PA), l’Assessorato dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità della Regione Siciliana presenta il Seminario Tecnico “La regolazione del Servizio Idrico Integrato in Sicilia”.

Il seminario, patrocinato da ANEA, vuole essere un momento di approfondimento degli aspetti tecnici che compongono la regolazione del servizio idrico integrato ed un’analisi delle infrastrutture idriche e della realtà siciliana.

La registrazione è obbligatoria e deve pervenire entro il 30 settembre 2018 all’indirizzo mail: assessorato.spu@gmail.com

Leggi il programma

L’impatto della regolazione tariffaria sui risultati economico finanziari dei gestori del servizio idrico. Una prospettiva decennale (2007-2016)

È stata recentemente pubblicata su un nuovo sito web (http://servizi-idrici.it/)  una ricerca sui bilanci degli ultimi dieci anni (2007-2016) di cinquanta gestori del servizio idrico integrato in Italia.

La riforma della gestione dei servizi di acquedotto, fognatura e depurazione (il servizio idrico) ha compiuto 24 anni il 5 gennaio scorso (L.36/1994). I grandi temi all’attenzione del legislatore di allora erano la discontinuità della fornitura di acqua potabile – quasi il 50% della popolazione dichiarava di avere un’erogazione insufficiente di acqua – un sistema fognario inadeguato – solo il 30% della popolazione era servita completamente da fognatura – e più del 50% dei comuni era sprovvisto di impianti di depurazione. Una situazione difficile il cui superamento richiedeva un massiccio volume d’investimenti e una decisa riorganizzazione in senso industriale. Durante questi anni il settore è stato profondamente ridisegnato in quasi tutto il Paese. Molte gestioni comunali sono state accorpate e trasformate in gestioni industriali. Le vecchie imprese municipalizzate si sono trasformate in società per azioni, si sono quotate in borsa e hanno avviato un processo di concentrazione societaria attraverso acquisizioni e fusioni che, fra alti e bassi, stanno caratterizzando tuttora il settore, in una tendenza generale verso il consolidamento aziendale. Il legislatore aveva affermato la necessità di istituire una regolazione pubblica a cui affidare il compito di definire e approvare i programmi degli investimenti e le tariffe che avrebbero finanziato tali investimenti. Compiti che sono stati portati avanti dagli Enti d’Ambito a livello locale e, a livello nazionale, prima dal COVIRI, all’interno del Ministero dell’ambiente, e dal 2012 dall’allora Autorità per l’energia elettrica e il gas (ora ARERA). Il sistema tariffario, a cui era affidato il compito di finanziare la realizzazione degli investimenti, ha seguito l’evoluzione della regolazione, prima attraverso il “Metodo normalizzato” dal 1996 al 2011, e successivamente attraverso il “Metodo Tariffario Idrico” dal 2012 ad oggi. Quale bilancio si può trarre dall’analisi dei cambiamenti intervenuti nella regolazione del settore dei servizi idrici? È in questo contesto che è nata l’idea di analizzare l’impatto che la regolazione tariffaria ha avuto negli ultimi dieci anni (2007-2016) sui bilanci di un gruppo (50) di società di gestione del servizio idrico. Attraverso la lettura e l’analisi di circa 500 bilanci, la ricerca sviluppata dagli autori e pubblicata da Confservizi Cispel Toscana, descrive e misura come, in questi anni, la regolazione tariffaria abbia influito sulle prestazioni economiche e finanziarie dei gestori e sulla loro capacità di realizzare gli investimenti. La ricerca ha misurato l’andamento di grandezze come i ricavi, i costi operativi, il rendimento del capitale investito e la struttura finanziaria delle imprese del campione, giungendo a risultati che prefigurano scenari estremamente promettenti.

(La ricerca, a cura di Giovanni Canitano e Paolo Peruzzi, è pubblicata su: http://servizi-idrici.it/).

Convegno “Costruire il bilancio idrologico nazionale: un nuovo modello di conoscenza ambientale a servizio dei cittadini” – Roma, 31 Luglio 2018

Si segnala il Convegno “Costruire il bilancio idrologico nazionale: un nuovo modello di conoscenza ambientale a servizio dei cittadini” organizzato dalla Direzione Generale per la Salvaguardia del Territorio e delle Acque (STA) del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, all’interno del progetto CReIAMO PA – Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA”, Linea di intervento L6 WP1.

Il Convegno avrà luogo il 31 Luglio 2018 presso la Sala Auditorium di ISPRA in via Vitaliano Brancati, 48.

Al seguente link è possibile consultare il programma della giornata e compilare la scheda di iscrizione