(ANSA) – ROMA, 11 GEN – Serve un sistema uniforme di rendicontazione della gestione del servizio idrico, magari predisposto dallo stesso Coviri, il Comitato di vigilanza per l’uso delle risorse idriche. A chiederlo è il presidente Anea, l’Associazione delle autorita’ e degli enti d’ambito, Luciano Baggiani, che ha organizzato per il 16 e il 17 gennaio a Roma il primo dibattito internazionale mai avviato sulla misura delle prestazioni nel servizio idrico integrato. ”Sara’ quella l’occasione – spiega Baggiani – in cui solleciterò, ufficialmente davanti a esperti internazionali e rappresentanti istituzionali, la nascita di un sistema uniforme su scala nazionale di rendicontazione della gestione delle società incaricate”. In altre parole, come inchiodare i gestori alle loro responsabilità e mettere fine alla Babele di tariffe del sistema Italia? ”Si tratta – chiarisce Baggiani – di riprendere in mano il documento predisposto dal Coviri nel 2005 per definire le linee guida contabili di un progetto ambizioso ma realizzabile: instaurare un flusso informativo continuo tra gli Ato, gli Ambiti territoriali ottimali e il gestore attraverso verifiche del rapporto tra costi di gestione e tariffe praticate e del raggiungimento degli obiettivi di
miglioramento. E finalmente consentire una comparazione tra più gestori secondo criteri di trasparenza e libero mercato”.
(ANSA).
VR

One comment

Comments are closed.