Associazione ANEA

L’ANEA è un’associazione senza scopo di lucro, espressione dell’autonoma volontà delle singole Autorità e Enti di Ambito istituite nelle diverse aree regionali, in attuazione della Legge 5 gennaio 1994, n.36, (“Disposizioni in materia di risorse idriche”) per la riorganizzazione del Servizio Idrico Integrato.
Nasce l’11 maggio 2004 con lo scopo di indirizzare e supportare l’azione degli Enti e Autorità di Ambito, promuovendo lo sviluppo sociale, culturale e tecnico degli Enti interessati su scala nazionale.

Nel corso degli anni, l’ANEA è stata testimone delle numerose evoluzioni legislative che hanno interessato il settore idrico, quali:

  • Il decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152 c.d. Norme in materia ambientale che ha regolamentato il servizio idrico con la previsione di una gestione per ambiti e di un’autorità d’ambito cui viene conferita personalità giuridica, deputata ad organizzare il servizio, a scegliere il modello di gestione e ad affidare la stessa a terzi;
  • L’art. 23 bis del decreto legge 112/2008, convertito in Lg. 133/2008 e modificato dal decreto legge 135/2009 convertito in legge 166/2009 che restringe la rosa dei possibili modelli di gestione dei servizi pubblici locali, quindi anche del servizio idrico, a favore dell’affidamento attraverso gara o a società miste con socio privato scelto con gara. L’articolo di legge lascia spazio all’affidamento cosiddetto in house solo dietro specifiche condizioni;
  • L’art. 2, c. 186-bis della Lg. 191/2009 che abolisce le Autorità d’Ambito come previste dall’art. 148 del D.Lgs. 152/2006 delegando alle singole Regioni la riattribuzione delle funzioni svolte delle AATO ad altro ente secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza;
  • La legge 214/2011 che ha affidato il ruolo di regolatore nazionale all’Autorità per l’energia elettrica e il gas (dal dicembre 2013, anche per il servizio idrico).

E, in ottemperanza al proprio ruolo, ha svolto negli anni:

  • funzioni di promozione, di assistenza e coordinamento delle attività delle singole realtà di Ambito dislocate sul territorio ai fini della più ampia diffusione e attuazione dei principi fondamentali di riforma contenuti nella L. 36/1994 e successivi interventi legislativi;
  • azioni di approfondimento sulle problematiche inerenti l’organizzazione, la programmazione e il controllo del servizio idrico integrato, nonché sulla tutela dei consumatori – utenti;
  • interventi ed iniziative su aspetti di interesse generale riguardanti l’organizzazione dei servizi idrici;
  • rapporti collaborativi e scambi di esperienze con le rappresentanze degli Organismi di controllo sui servizi idrici degli altri Paesi della Comunità europea o di altre realtà nazionali.

Dal 2008, inoltre, l’Associazione affianca i propri associati nello svolgimento di specifiche operazioni, avvalendosi di esperti nazionali nelle materie specifiche del settore per:

  • la raccolta e sistematizzazione delle informazioni;
  • l’analisi delle prestazioni e degli scostamenti;
  • la revisione del Piano d’Ambito e della Tariffa;
  • l’elaborazione del Piano Economico e Finanziario;
  • la revisione della Convenzione di gestione.