(AGI) – Roma, 25 lug. – “La manovra economica del Governo non affronta i nodi piu’ importatnti dell’organizzazione dei servizi pubblici”: lo afferma Luciano Baggiani, presidente dell’Anea, a proposito dell’articolo sui servizi pubblici inserito nel ddl approvato dalla Camera. L’associazione, che rappresenta la maggior parte degli enti regolatori del servizio idrico italiano, critica la formulazione del testo legislativo, sottolineando la necessita’ di intervenire sulla debolezza delle autorita’ preposte a tutelare l’utente da abusi.
Inoltre, ricorda Baggiani, e’ impossibile introdurre la concorrenza diretta nel settore, per motivi strutturali: “la regolazione pubblica rimane l’unico strumento di tutela del cittadino dai monopoli”. Il presidente dell’Anea conclude chiedendo al Governo una riforma dei servizi pubblici locali che metta al centro la tutela dell’utente, attraverso il rafforzamento delle funzioni attribuite ai diversi enti regolatori: una riforma che potrebbe anche prevedere la “costituzione di un’autorita’ indipendente nazionale di settore del servizio idrico”.(AGI)

One comment

Comments are closed.